Lastre Predalles (o Predalle)

Dal 1985 produciamo Lastre Predalles (certificate) C.E.

Lastre Predalles • prefabbricati in calcestruzzo armati utilizzati per realizzare i solai orizzontali o inclinati nei fabbricati civili.

Lastre Predalles • Certificato FPC 0474-CPD-110DG08-01 Norma EN 13747:2005+A1:2008 (2+)

Lastre Predalles e Solai in Laterizio a Vicenza

Solaio a lastre tralicciate (largh. 60-120 cm)

Il solaio è composto da lastre in calcestruzzo, con nervature in traliccio di ferro, e da blocchi di polistirolo intermedi che delimitano le nervature di calcestruzzo pronte per la posa.

Lastre in cemento armato

Con modulo base di cm 120 e sottomisure. In calcestruzzo vibrato dello spessore di cm 4-5-6-7 prefabbricate in stabilimento con casseri metallici, armature con una rete e con n° 3/5 in acciaio B450C inglobati solo parzialmente nel getto.

Blocchi di polistirolo (densità adeguata al tipo di richiesta del cliente )

Incorporati nella lastra, con larghezza costante e altezza variabile, atti a delimitare le nervature di getto ad interasse di cm. 60 e ad alleggerire il solaio.

Calcestruzzo (con RcK>35 N/mm2 – minimo) – in stabilimento

Il getto di conglomerato della nervatura/e della cappa a spessore variabile è eseguito con calcestruzzo di resistenza minima a 28 giorni di stagionatura, non inferiore a 30 N/mm2 in cantiere. Le armature metalliche supplementari, da collocare, secondo gli schemi riportati negli elaborati, sugli appoggi nella parte alta delle nervature (barre a momento negativo) e sopra il filo superiore della lastra (barre al taglio), all’atto del getto, realizzano il collegamento strutturale.

Resistenza al fuoco

Su apposita richiesta del committente, viene verificata e modificata la sezione per i valori R.E. richiesti dalla normativa vigente.Con l’inserimento nella suola in calcestruzzo  appositi scarichi della pressione interna che si potrebbe creare in caso di incendio nelle zone con alleggerimento di polistirolo

Progetto strutturale

In conformità a quanto disposto dalle norme sulle strutture in c.a. (D.M. 09/01/96) il calcolo, dei solai con lastre in c.a. alleggerite in polistirolo, è eseguito risolvendo gli schemi statici e trave continua, individuabili nei campi di solaio che interessano la struttura. Le sollecitazioni unitarie che ne risultano rispettano le limitazioni di legge.

Certificazioni

Ogni fornitura di lastre predalles è corredata dai documento richiesti dalla normativa vigente (L. 5/11/71 N° 1086 e D.M. 09/01/96) e sucessive modifiche ed integrazioni più precisamente:
– certificato di origine;
– fotocopia certificati di prova sull’acciaio (acciaierie e campioni prelevati in stabilimento);
– fotocopia certificati di prova sulla rete elettrosaldata (acciaierie e campioni prelevati in stabilimento;
– fotocopia certificati di prova sul traliccio (acciaierie e campioni prelevati in stabilimento)
– fotocopia del registro di produzione del manufatto;
– fotocopia dei certificati di prova sul calcestruzzo sia calcestruzzo, sia interni allo stabilimento di produzione, sia presso un laboratorio autorizzato;
– fotocopia dell’autorizzazione rilasciata dal Ministero LL.PP. per la produzione dei manufatti in “serie dichiarata”.

Rompitratta

Trasversalmente alla direzione dei tralicci, ad interasse variabile e comunque sempre indicato sugli appositi elaborati forniti prima della posa, dovranno essere predisposte le banchine rompitratta che saranno opportunamente dimensionate rispetto ai solai.

Movimentazione e posa della lastre

Le lastre dovranno essere manovrate in modo da avere sempre il traliccio rivolto verso l’alto e dovranno essere posate l’una acanto l’altra mediante cavi fissati ai tralicci (il numero e la corretta applicazione dei cavi di presa sono rappresentati su stampati che accompagnano le lastre in cantiere).

Nervature di ripartizione

Sono necessarie per luci superiori ai mt. 4,5 e saranno realizzate togliendo il polistirolo per una larghezza di 25 cm. minimo. All’interno di questo spazio, lasciato vuoto, verrà poi inserita una idonea armatura.

Getto del solaio

Prima di iniziare il getto, si bagnerà la struttura per facilitare lo scorrimento, l’assestamento e la presa del calcestruzzo nelle nervature e per evitare un rapido prosciugamento del getto. Il getto verrà completato con calcestruzzo di resistenza indicata e secondo le norme per l’esecuzione di opere in cemento armato vigenti. Nella soletta superiore dovrà essere posta un’armatura di ripartizione costituita da rete elettrosaldata.

 

 lastre predalles solai prefabbricati

lastre predalles